“Prima che uno dei due sparisca”, Vincenzo Consolo e una specie di smania che abbiamo.

“Io non so che voglia sia questa, ogni volta che torno in Sicilia, di volerla girare e girare, di percorrere ogni lato, ogni capo della costa, inoltrarmi all’interno, sostare in città e paesi, in villaggi e luoghi sperduti, rivedere vecchie persone, conoscerne nuove. Una voglia, una smania che non mi lascia star fermo in un posto. Non so. Ma sospetto sia questo una sorta d’addio, un volerla vedere e toccare prima che uno dei due sparisca.”

Caro Vincenzo Consolo, le nostre parole non spariscono, no, nonostante spariscano i volti di noi umani sulla terra. “L’armonia vince di mille secoli il silenzio”, diceva il poeta, dunque niente paura. Forse però, qui, a sparire, è proprio la terra.

Sotto le ruspe e le zampate di chi vuole spalmare il proprio cemento sulla bellezza.

Riuscite a farci paura, con le vostre ruspe, le vostre transenne, la vostra ansia di guadagno a scapito del bene comune, ma non ci toglierete questa smania che abbiamo di voler lottare affinché non debba essere la terra, a sparire.

Questa immagine ritrae l’Isola delle Correnti un paio di anni fa, prima dell’inizio della sparizione delle dune e della loro micro-enorme flora e fauna.

10271464_248398132015030_6486295051271475093_n(Foto di Carmelo GIuffrida)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...