E nel silenzio, il paradiso e lo scempio.

Le pale meccaniche sono già arrivate sulla sabbia dell’Isola delle correnti. Neppure il lembo più a sud d’Italia (a Capo Passero, Siracusa), neppure quel triangolo in cui sopravvivono le ultime dune del Mediterraneo con la loro preziosa flora che è valsa al sito l’inclusione nel Piano regolatore dei parchi e riserve naturali e nei Siti di Interesse Comunitario (SIC) si sottrarrà al business dell’ombrellone. In quella striscia di sabbia che porta all’isolotto qualcuno ha autorizzato la creazione di un lido balneare con servizio bar e ristorazione e wc chimici, pare anche con tanto di “fossa” a ridosso del mare! E il beneficiario lo sta già realizzando: da un paio di giorni fervono i lavori in spiaggia.
Per scongiurare tutto questo, un mese fa è stata costituita l’associazione Isola delle Correnti,  Continua a leggere