“Prima che uno dei due sparisca”, Vincenzo Consolo e una specie di smania che abbiamo.

“Io non so che voglia sia questa, ogni volta che torno in Sicilia, di volerla girare e girare, di percorrere ogni lato, ogni capo della costa, inoltrarmi all’interno, sostare in città e paesi, in villaggi e luoghi sperduti, rivedere vecchie persone, conoscerne nuove. Una voglia, una smania che non mi lascia star fermo in un posto. Non so. Ma sospetto sia questo una sorta d’addio, un volerla vedere e toccare prima che uno dei due sparisca.”

Caro Vincenzo Consolo, le nostre parole non spariscono, no, nonostante spariscano i volti di noi umani sulla terra. “L’armonia vince di mille secoli il silenzio”, diceva il poeta, dunque niente paura. Forse però, qui, a sparire, è proprio la terra.

Continua a leggere